Un tempo, avevamo coraggio, osavamo definire un ambito per la cultura popolare. Osavamo pensare fosse possibile immaginare circuiti altri diversi da quelli gestiti e controllati dal potere. Ci definivamo avanguardia e accettavamo quel ruolo, anzi ci solleticava l’essere minoranza. Abbiamo prodotto cose egregie, importanti…L’occupazione di Santa Marta, il movimento dei circoli giovanili…le primissime occupazioni dei centri sociali, ma il fatto stesso di pensarci altri erano basi, embrioni di un’idea nuova. Limitata e forse parziale, sicuramente viziata dal minoritarismo…ma che produsse movimento.

Talmente forte e montante da arrivare quasi a lambire le nostre deserte spiagge di questi tempi. I festival Rock del Parco Lambro, le scuole di teatro, danza, creatività…Licola…erano cose, grandissime manifestazioni…non di nicchia.

Piene di limiti e di difetti? Certo ! Ma cose ed in quei tempi, importanti, diverse e lontane dagli anni di piombo che poi vennero descritti.

Cose come l’Orchestra, il circuito dei Circoli La Comune non erano invenzioni, ma realtà…proposte ed erano tutt’altro che marginali. Non enumero i gruppi teatrali e musicali, il numero infinito di artisti che ha trovato cittadinanza ed humus in quegli anni…loro lo ricordano bene…le radio, sino al movimento delle televisioni private…ebbene sì.

Oggi avremmo le basi, la green economy chiamerebbe a gran voce un mooviment di tipo culturale…il coraggio di una cultura altra.

L’inasprirsi delle scelte razziste e xenofobe richiederebbero una risposta. Alcuni progetti politici, per quanto embrionali abbisognerebbero come dell’acqua e del fertilizzante di progetti e di coraggio in questo campo.

Il Movimento dei Movimenti…il ripensamento teo-filosofico-spirituale, di questi anni meriterebbe l’impegno di intellettuali, di artisti, di Teste. Del coraggio di osare..di non riprtere sé stessi perdendo energie in infinite auto citazioni.

Io sono un ignorante, un uomo piccolo, che ebbe la fortuna e l’onore di sperare e di vivere quei tempi, di sognare un mondo altro, diverso e possibile. Io sono anche sicuro che esistano le potenzialità e le forze per questo pensiero…solo forse ne manchi il coraggio, la voglia, quello che occorre per rischiarsi e rischiare.

Annunci