È morto un barbone
Là in quell’angolo buio
Malvestito e poi puzza
Ha le croste sul volto
Sorride però
quegli occhi che fissano il cielo
appaion sereni
Era un uomo qualunque
Poi un giorno è partito
Con la mente e col cuore
Ha lasciato ogni cosa
Ha mollato il lavoro
S’è venduto la casa
Ed è andato…cercando
Ha girato nel mondo
Ha cercato il suo Dio in ogni strada
Forse ha anche trovato qualcosa
Quel che invece è sicuro
È che il mondo lo ha visto
Anche tutto
Non lo ha mai raccontato ad alcuno
“ A che vale la vita se ti scordi
di vivere
resta solo una pausa fra nascita
e morte”
diceva…
e ha vissuto
sui monti del Pamir…
ha camminato…
per le strade a New York
ha cantato
con i neri in Burundi,
ha ballato
con gli indiani nei canyon,
conosceva
…le favelas di Rio
ha bevuto
…cuba libre all’ Habana
sapeva
…del Buddha
conosceva se stesso
un Hippy direte…no
solamente un barbone
ed un saggio

Annunci