Quel che vi chiedo io è la ragione per cui si fan le cose…
Di quel che è dentro che sta a motivazione
Di quel di cui, parlando, quasi mai si dice
Di chi a gran voce chiede guerra e sangue…
E di chi poi, questo, fa…nel quotidiano
Dove mai la troveremo ‘sta ragione
d’alzar la spada parlando di giustizia
Dove è fuggita ora l’anima a ‘sto mondo
Dove avrà mai portato, a vergognarsi, la coscienza nostra
Quante nascite ancora…e quante morti
per ripulirci di questa sozzura
Quante volte, ancor, ci ricadremo
Fango e sporcizia
sangue e distruzione
Nel gorgo di quest’odio che è insensato
E che quotidianamente ci condanna

Annunci