Affidando alle parole il senso di una speranza

che non sapean portare, non potendo

non in un mondo ch’è quello che vediamo

gente che non ascolta e che non legge

che della parola non sa più che fare

dove la contrazione e l’inglesismo impera.

tempi d’sms, tempi di post.

Accarezzandole, tu quelle parole

cercando in loro il senso

Sperando potesse il gioco alla poesia

portare un poco d’anima

che fossi tu a poterlo fare…stupido vecchio

superbo…tu che non puoi,

tu che sei poco o niente

cercando alla tua stessa vita un senso

un modo, por escapar…e per tirare sera.

Contro il tempo stesso, non comprendendo

quel che accadeva intorno fatto d’immagini

composto di malia…tessuto di bugia.

E allora scrivi pazzo, scrivi del cuore,

racconta d’anime inutili…storie di fate

tu non hai nome, perché non hai passato

tu non sei niente che cosa parli a fare

perché scrivi?Perché perdi il tuo tempo,

sei morto il giorno in cui perdesti il treno

non sei nessuno, non sei stato nella casa

non sei mai entrato nella scatola dei sogni

le tue parole hanno il peso d’una piuma

peso di niente…zero statistico

accomodati al ponte…fai la fila al pane

ch’è tutto quel che puoi

quello che noi ti possiam lasciare

Annunci