You are currently browsing the monthly archive for febbraio 2016.

poverta-1

Compagna povertà mi ha scelto

non ha chiesto il permesso

per donarmi quel che m’aveva ad insegnare

in principio fu difficile ascoltarla

ma ora la capisco … veramente.

Nulla ho da perdere

nulla più da contare

nulla che mi leghi , niente roba

L’avere … il possedere ti trattiene

legandoti alle cose …. quasi fossero vita

Che porterai con te nel lungo viaggio?

Cosa ti servità … cosa potrà passar da quella porta

che non sia già con te?

Della saggezza hanno parlato in molti

in tutte le nostre lingue, da tutte le religioni

ma poi son lì … collezionando cose.

Son lì a piantar puntelli nella terra

a disegnar confini

ad inventar steccati

Chi non ha nulla ed ancor meno aspetta

chi cerca solo in quel che vede

in quel che gli sta intorno

vivendo pienamente la sua vita

chi vive oggi … ora , adesso e qui

quegli è il gran saggio!

Saggezza non accumula … lei cerca la bellezza

non vuole trattenerla … non la vende

attraversa la vita e vive fuori

non dentro a una fortezza

non costruisce muri

nulla possiede per cui nulla difende

Certo è molto semplice il parlare

nel farsi santi senza dimostrare

d’essere saggi, ma solo nel racconto

Altro è perder tutto … oppur lasciare indietro

restando vivi ed accettando il passo

senza provar rancore… in questo corpo

Altro è la vita… quando ti chiede questo

Come neonati fummo … così come nascemmo

nudi alla morte

Annunci

ala

Quindi?! Corriamo

siccome lemning non badiamo ai dirupi

Quindi?! Corriamo

in questa nostra corsa senza senso

Contro-natura…competendo fra noi

Quasi ci fosse un premio

al di lè della porta della morte …

ma non per tutti

E noi corriamo

ma non sappiam per dove

come se il sorpassar qualcuno

fosse dovere

ed anche il senso stesso della vita

Combattendo nostre insulse battaglie

per nostri assurdi fini che noi chiamiamo fede

L’universo cammina del suo passo

non corre mai

accompagnando il tempo

Accarezzando e modellando

secondo i propri fini

Ma noi remiamo contro

noi siam padroni

noi siamo forti

noi siam figli di Dio …

soltanto noi … però nemmeno tutti

Stupida supponenza e tracotanza

La convinzione d’uomo d’esser centro

mentre noi siamo solamente parte

Baganamo l’anima nostra in umiltà

e forse capiremo …

quel che animale

semplicemente sa

ma senza alcun bisogno di sapere

che siamo parte … anche se siamo tutto

perchè ci siamo dentro

bambina-piange-1

Dè non piangete … dopo

d’essere stati molto meno che popolo

d’aver scordato del diritto … e del dovere vostri

Non contritevi ora … per quel che vi rubarono

voi li vedeste farlo e li guardaste tacendo

compresi, come sempre, nel giocare

col vostro gingillo luiminoso

Dè … non piangete ora

chè tutto è fatto ed è troppo tardi

e che, sinceramente, ha poco senso

Le vostre lacrime risuonano beffarde

per chi pianse davvero … e ci morì

per consegnarvi bella e darvi oggi

vostra libertà … vostro diritto.

Ma voi giraste il capo

indifferenti

mentre ve la bruciavano ed abusavano di lei

Assenti ed ancora distratti voi dormivate

quel giorno … e nei seguenti voi non capiste punto

e li lasciate fare

riservando ad altri il dovere e la fatica

per voi prendeste il diritto sinchè ce n’era

dè non piangetene ora la scomparsa

chè non faceste nulla a mantenerlo

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
"CONTRO IL GOVERNO
DELLA VERGOGNA,
per il rilancio
della sovranità popolare"
su Facebook

Licenza Creative Commons
Voce d'anima by giandiego marigo is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at giandiego.wordpress.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://giandiego.wordpress.com/.

Post più letti

paperblog